ISTITUTO VENETO PER LA STORIA DELLA RESISTENZA E DELL'ETA' CONTEMPORANEA

Storia

L'Istituto veneto per la storia della Resistenza fu fondato nel 1949 da Egidio Meneghetti, Concetto Marchesi, Roberto Cessi, Sebastiano Giacomelli, Gino Luzzatto, Enrico Opocher, Mario Saggin presso l'Università di Padova, centro propulsore della Resistenza nel Veneto, decorata - unica tra le Università italiane - di medaglia d'oro al valor militare per la sua partecipazione alla lotta di liberazione.

bandiera di un C.L.N.

Nello stesso 1949 partecipò alla fondazione dell'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (Insmli).

L'Istituto è tuttora ospitato all'interno di Palazzo del Bo, prima sede clandestina del Comitato di Liberazione Nazionale della Regione Veneto, costituito nel settembre 1943.

bracciale tricolore usato dai partigiani nell'insurrezione

È stato riconosciuto di rilevante interesse culturale con apposite leggi regionali (n. 36/1976 e n. 51/ 1984, poi abrogate nel 2005).

Nel 1999 l'Istituto ha approvato un nuovo Statuto assumendo la denominazione di Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea.